Sistema a masse ridotte: alla scoperta del nostro percorso progettuale

Cosa hanno in comune le rondini, l’aria, il silenzio, e la leggerezza con le macchine automatiche da taglio orizzontali? No, non è l’inizio di una barzelletta. Seguiteci attraverso il nostro percorso progettuale per scoprire di cosa stiamo parlando!

Partiamo dicendo che le rondini e l’aria sono state la nostra fonte di ispirazione, mentre il silenzio e la leggerezza sono una conseguenza diretta della nostra idea. Tutto ciò si è poi tradotto in una delle caratteristiche distintive della nostra gamma.

Ma andiamo per gradi.

In fase di progettazione delle nostre macchine da taglio, il nostro obiettivo primario era dare vita a macchinari che rispecchiassero la nostra azienda e ne incarnassero i valori. Li volevamo produttivi, innovativi, unici, e sostenibili – sia da un punto di vista ambientale, sia a livello di gestione economica.

Ed è qui che hanno fatto capolino le rondini.

Infatti, i nostri ingegneri pensavano a qualcosa di agile, veloce e scattante, ma al tempo stesso preciso e controllato nei movimenti. E cosa c’è di più elegante e fluido del volo di una rondine?

Inoltre, il volo è stato fonte di continua ispirazione per gli esseri umani, nel corso della storia. Da Dedalo e Icaro a Leonardo da Vinci, da George Cayley ai fratelli Wright: l’uomo ne è sempre stato affascinato, e si è ingegnato per emularne i movimenti, al fine di superare i limiti della natura umana.

Questo tentativo di innovare, di andare continuamente oltre, è esattamente ciò che accomuna gli innovatori, in tutti i campi. Sì, perché non si limitano a migliorare le performance e/o i prodotti, ma sfidano continuamente quel limite che ha fermato tutti gli altri, con l’obiettivo di superarlo.

Ma torniamo a noi. I nostri ingegneri non hanno preso ispirazione solamente dalle rondini, ma anche dal principale elemento connesso con loro. Perciò, con questi punti cardine ben scolpiti nella testa, hanno creato una struttura innovativa che permette alle nostre macchine di distinguersi da tutte le altre, e che si basa sul concetto di aria.

Questa soluzione strutturale è ciò che noi chiamiamo sistema a masse ridotte.

Per costruirla, abbiamo sostituito la carpenteria tradizionale con analisi, ingegneria, e un bagaglio di conoscenza multidisciplinare. Tutto questo fa sì che ogni singolo componente, anche il più piccolo e semplice, giochi un ruolo fondamentale. Insieme, danno vita a un prodotto che non solamente è solido e più leggero di quelli tradizionali, ma riesce anche a creare valore, grazie alle sue performance.

Per entrare più nel dettaglio, e proseguire sulle tracce dei nostri progettisti, torniamo al concetto di aria.

Come già anticipato, le strutture che abbiamo ideato e costruito sono più leggere – ma, nonostante ciò, rigide – e anche più complesse, proprio grazie all’aria. Infatti, l’uso sapiente di questo elemento e l’eliminazione dei contrappesi convenzionali si sono tradotti in un nuovo equilibrio e un prodotto silenzioso che si muove più velocemente, in maniera precisa e rapida.

Ecco che entrano in scena anche gli altri due concetti che abbiamo menzionato all’inizio: il silenzio e la leggerezza.

Le nostre sagomatrici automatiche sono caratterizzate dallo stesso suono dell’aria: il silenzio.

Come è possibile? Perché le costruiamo usando meno materiale rispetto alle macchine tradizionali, ma lo facciamo in maniera più nobile, con un design strutturale studiato ad hoc e calibrato, in cui tutto è al posto giusto. Dalle pieghe nella lamiera alle nervature, dalle saldature alle aperture, passando per il giusto posizionamento di ogni componente: nulla è lasciato al caso. Così, possiamo anche affermare che i nostri prodotti hanno “perso peso”. Insomma, nessun trucco, è solo (esperta) ingegneria!

Inoltre, il sistema a masse ridotte comporta anche risparmi energetici ed economici.

Difatti, la nostra scelta consapevole di rispettare l’ambiente ed evitare costi non necessari si riflette proprio nell’uso di una quantità limitata di ferro e altri elementi. Così facendo, sfruttiamo anche meno risorse naturali.
Poi, le nostre macchine hanno bisogno di una potenza inferiore (e questo ha anche ripercussioni sugli allacciamenti elettrici) di quelle tradizionali, data la dimensione ridotta dei motori di cui sono provviste. Il tutto senza intaccarne minimamente le performance. Di conseguenza, consentono di risparmiare energia e denaro lungo tutto il corso della loro vita.
Insomma, grazie a questo sistema, produciamo sagomatrici e sistemi di taglio più sostenibili non solo da un punto di vista ambientale, ma anche a livello di gestione e manutenzione.

Ora sapete tutto quello che i nostri ingegneri avevano in mente quando stavano progettando i nostri pantografi, e avete anche potuto apprezzare i risultati del loro lavoro, grazie a questo articolo…

… Ma non limitatevi a questo: avete l’opportunità di assistere dal vivo alle performance delle nostre sagomatrici, sempre disponibili presso il nostro showroom permanente. Contattateci per riservare il vostro tour!


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi