Ottobre 19, 2020

Incrementare la produzione è uno degli obiettivi fondamentali di ogni azienda. Tuttavia, non è possibile farlo senza avere il pieno controllo degli ordini produttivi. O se si devono evitare possibili errori umani nella programmazione delle macchine automatiche da taglio. Se hai a che fare con il mondo del taglio del poliuretano, ma hai difficoltà a controllare la tua produzione nella sua interezza, il RAM Commander è la soluzione ai tuoi problemi.

Il RAM Commander è una suite di software che collega in maniera bidirezionale il production planner e chi deve eseguire il ciclo produttivo, ovvero le macchine da taglio e gli operatori. In questo modo, è possibile controllare l’intero processo produttivo direttamente dall’ufficio.

Ma come è strutturato e come funziona il RAM Commander?

RAM Commander: la soluzione per una produzione di prodotti in poliuretano senza intoppi
RAM Commander, l’insieme di software che permette di avere una visione integrale del processo produttivo

 

Nello specifico, si tratta dell’unione di due software: la licenza per il RAM CAD e uno strumento di pianificazione.
Con il primo, è possibile importare, organizzare e creare modelli e percorsi di taglio, così da definire cosa andare a produrre e come produrlo.
Con l’integrazione del RAM Commander, poi, è possibile programmare nel tempo ciascuna lavorazione, scegliendo quale delle macchine collegate andrà a tagliare ciascun modello. In sostanza, il RAM Commander aggiunge una dimensione temporale alla semplice creazione di layout e percorsi di taglio. Così facendo, permette al production planner di definire i turni di lavoro.

Il RAM Commander, quindi, è la soluzione perfetta per realtà strutturate, in cui vi è già interazione tra chi decide cosa produrre e chi deve effettivamente produrre. Infatti, la sua integrazione consente di sostituire una gestione caotica delle informazioni (es: eventuali fogli di carta) con ordini automatici.

Questi vengono trasmessi direttamente dall’ufficio tecnico all’operatore, attraverso la console di visualizzazione, posta a bordo macchina. A tal proposito, il RAM Commander permette di attivare in automatico la corretta configurazione della macchina in base al tipo di materiale (es. gestione della velocità di taglio, tempi di attesa negli angoli, strategia di esecuzione degli archi, uso del sensore di rilevazione presenza spugna, ecc.). In questo modo, all’operatore non resta altro da fare che caricare il materiale sulla macchina e avviare il taglio. Ciò consente di ridurre di parecchio eventuali errori umani nelle impostazioni della sagomatrice.
Una volta terminata la lavorazione, poi, la macchina da taglio invierà automaticamente una comunicazione al production planner, sempre attraverso la console. Così facendo, l’ufficio tecnico sarà costantemente aggiornato e avrà una visione in tempo reale dell’intera produzione.

Inoltre, per avere una panoramica ancora più completa, il RAM Commander raccoglie i dati relativi a ciascuna macchina collegata.

Infatti, attraverso un’accurata analisi, permette di acquisire importanti indicatori di performance, e vedere se una delle macchine non è saturata, o se è necessaria più formazione per un determinato operatore, ecc. Infine, fornisce anche statistiche e grafici sul numero di lame utilizzate per ciascuna sagomatrice, sulla durata di ciascuna di esse, e sulla loro vita media.

Ora che hai scoperto tutte le sue qualità stai sognando di introdurlo nella tua azienda ma hai paura che il passo sia troppo lungo?

Non temere! Questo insieme di software non è ad uso esclusivo delle realtà più organizzate. Anzi, chiunque può iniziare a usarlo per migliorare la propria produzione. Infatti, il RAM Commander permette di tirare fuori, in modo semplice e immediato, il Planner che è in te!

Non limitarti a sognare. Prendi il co(m)mando della tua produzione!



Ottobre 5, 2020

Hai un’attività nel settore del poliuretano espanso e fai fatica a gestire la logistica dei materiali e i tagli controsagomati sui blocchi di spugna? Tutto ciò si traduce in scarsa produttività per la tua azienda? Esiste un’unica soluzione, e si chiama RotaDobe. Questa integrazione ti permetterà di trasformare la tua sagomatrice orizzontale RAM per il taglio spugna in una mini linea da taglio.

Che si tratti di una sagomatrice a lama continua (es. SLC EV), a lama alternata (es. SPL EV), o a filo abrasivo (es. SFI EV), il risultato non cambia: il sistema RotaDobe potrà comunque essere presente.

Ma cosa fa esattamente il RotaDobe?

Questa integrazione consente di impostare la modalità di taglio automatica, per poter gestire sia il ciclo di carico-scarico, sia l’intera lavorazione del blocco. Nello specifico, grazie alla configurazione RotaDobe, una volta che il blocco in entrata è stato caricato sulla macchina:

  • si allineerà in automatico e attenderà all’ingresso della macchina, fino a quando la lavorazione sul blocco precedente non sarà completamente terminata. Comodo, no?
Grazie alla funzione di allineamento intelligente, infatti, non avrai bisogno di spazio extra al di fuori del corpo macchina per poter allineare i tuoi blocchi. Tutto avverrà sulla macchina stessa!
  • Successivamente, il blocco di spugna avanzerà verso la piattaforma di taglio automatica, mentre il blocco precedente si sposterà in uscita.
  • Infine, mentre il primo blocco sarà stato scaricato in uscita e il secondo sarà in lavorazione sulla piattaforma da taglio, un terzo blocco potrà essere caricato in ingresso, per continuare con il flusso di lavoro.

In altre parole, si tratta di un processo di produzione concatenato che, potenzialmente, potrebbe ripetersi all’infinito, a condizione che ci sia sempre del materiale in input.

Perché la piattaforma rotante è automatica nella linea da taglio RD?

Il sistema RD è stato concepito per aumentare la produttività, e al contempo rendere il lavoro più veloce e meno faticoso. La tavola rotante automatica permette di eseguire tagli controsagomati senza il bisogno che operatori e operatrici intervengano per spostare il blocco. Un taglio controsagomato consiste in due tagli consecutivi, su due lati diversi del blocco, al fine di ottenere un risultato tridimensionale (vedi foto in basso).

Il RotaDobe è la configurazione ideale per eseguire automaticamente tagli controsagomati e ottenere risultati 3D.

L’evoluzione del RotaDobe nel tempo

  • Nel 2004 nasce il sistema RotaDobe. Tuttavia, questo modello era ancora molto diverso da quello attuale. Infatti, nonostante le fasi di lavoro fossero identiche, il flusso e i tempi di lavoro variavano considerevolmente. In altre parole: allineamento, carico, taglio e scarico erano quattro fasi indipendenti e consecutive, e nessuna di queste si sovrapponeva.
  • Nel 2015, il nostro team di tecnici e ingegneri è riuscito a lanciare una nuova versione migliorata. Il RotaDobe II era infatti in grado di allineare un secondo blocco all’ingresso della macchina, mentre il primo blocco era in lavorazione, riducendo così i tempi e aumentando la produttività.
  • Ma il più grande successo riguardante il sistema RD è arrivato quest’anno. Infatti, il RotaDobe III consente attualmente di gestire tre blocchi contemporaneamente: quando il blocco n. 1 è “parcheggiato” in uscita, il blocco n. 2 viene tagliato, e il blocco n. 3 si allinea all’ingresso della macchina. In altre parole, la fase di taglio del blocco n. 1 si sovrappone alla fase di allineamento del blocco n. 2, e la fase di scarico del blocco n. 1 si sovrappone al carico del blocco n. 2. È per questo che parliamo a tutti gli effetti di una mini linea da taglio!

Il RotaDobe è la configurazione ideale per eseguire automaticamente tagli controsagomati e ottenere risultati 3D.

RotaDobe: le nostre idee corrono. I tuoi blocchi scorrono…


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi